Siete in Home / ATTUALITÀ / Adempimenti / Progetti utili alla collettività (PUC)

Progetti utili alla collettività (PUC)

I PUC

I beneficiari del Reddito di cittadinanza sono tenuti a offrire, nell’ambito del Patto per il lavoro e del Patto per l’inclusione sociale, la propria disponibilità per la partecipazione a progetti utili alla collettività, da svolgere presso il Comune di residenza per un numero minimo di 8 ore e massimo di 16 ore settimanali.

Le amministrazioni titolari dei PUC sono i Comuni, singoli o associati, che possono avvalersi della collaborazione di enti del Terzo settore o di altri enti pubblici.

I progetti prevedono sei ambiti di intervento, tra i quali il Comune individua quelli più rispondenti alle esigenze della sua comunità. Gli ambiti sono:

  • Culturale;
  • Artistico;
  • Sociale;
  • Ambientale;
  • Formativo;
  • Tutela dei beni comuni.

La mancata adesione ai PUC da parte di uno dei componenti il nucleo familiare comporta la decadenza del Reddito di cittadinanza. Il beneficiario non è passibile di decurtazione o decadenza del beneficio qualora, data la sua disponibilità a partecipare ai PUC, gli stessi non siano stati attivati dal Comune di residenza.

Il supporto del Celva per i Comuni

Con l’obiettivo di agevolare l’attivazione dei Progetti Utili alla Collettività (PUC) da parte dei Comuni valdostani, il CELVA è stato coinvolto dall’amministrazione regionale - Dipartimento politiche sociali e Dipartimento Politiche del lavoro in qualità di partner del progetto “RiattivAzioni”.

A tal fine, è stata attivata una nuova sezione in area riservata MyCelva dedicata interamente ai PUC, in cui è disponibile un dossier completo di documenti utili e modelli di atti che i Comuni interessati ad attivare i PUC sul proprio territorio possono adottare.

Per consultare la sezione è sufficiente accedere con le proprie credenziali all'area riservata MyCelva e selezionare dal menu di destra la voce "PUC".

I PUC attivati dai Comuni