Siete in Home / ATTUALITÀ / InfoCELVA / Notizie in primo piano

Cancelleria sospesa per le famiglie in difficoltà

Categoria: Celva, Data: 8 ottobre 2020

Dall’usanza napoletana del caffè sospeso nasce l’idea della “cancelleria sospesa”, un aiuto concreto per le famiglie che, in questa fase storica, hanno perso il lavoro o sono comunque in difficoltà economica.

La campagna di solidarietà, promossa dal CSV, dall’Associazione Librai Italiani di Confcommercio e dal Consorzio degli enti locali della Valle d’Aosta, si sviluppa su tutto il territorio regionale - da Courmayeur a Pont-Saint-Martin - promossa in occasione dell'avvio dell'anno scolastico 2020/2021, è stata un grande successo. Lo dicono i numeri, presentati oggi, giovedì 8 ottobre, nel corso di una conferenza stampa svoltasi al Csv di Aosta. Sono stati infatti 500 i chili di materiale scolastico che sono stati raccolti presso gli esercizi commerciali convenzionati e che ora, attraverso una rete di 20 associazioni di volontariato che già lavorano sul disagio economico delle famiglie e con l'aiuto dei comuni, saranno distribuiti sul territorio a favore delle famiglie che ne hanno più bisogno. Sinora sono stati 242 gli studenti che hanno segnalato delle necessità puntali. Proprio per assicurare che tali iniziative di solidarietà si rivolgano a un numero più ampio possibile di potenziali interessati, alle associazioni è stato chiesto di verificare che i potenziali beneficiari non abbiano già ricevuto analoghi sostegni in precedenza.Tra le fasce d’età maggiormente coinvolte, quella dai 6 agli 11 anni e dai 14 ai 19, che riceveranno quadernoni, penne, astucci, compassi, e tutto quello che può servire loro nel corso dell'anno scolastico.

Questo risultato è stato reso possibile grazie alla generosità di tanti valdostani che hanno dato il loro contributo concreto: acquistando in una libreria, cartolibreria o tabacchino aderente all’iniziativa del materiale scolastico (pennarelli, matite, quaderni, diari, cancelleria varia) o libri per bambini, lo hanno poi riposto nell’apposito scatolone presente in ogni punto vendita. Come piccolo segno di ringraziamento per il gesto di solidarietà hanno ricevuto in dono un segnalibro, simbolo della campagna.

“Avevamo lanciato questa campagna di solidarietà per offrire sostegno alle famiglie in difficoltà in vista del rientro a scuola”, ha spiegto Claudio Latino, presidente del CSV. “Oggi siamo qui per illustrare i risultati e garantire la trasparenza e tracciabilità di quanto raccolto. Sono nate delle alleanze forti con il CELVA, perché le amministrazioni locali sono state un importante trait d’union tra la popolazione e le istituzioni in questo periodo di emergenza, e con Confcommercio e ALI. Questa campagna non è un punto di arrivo, ma di partenza: la nostra intenzione è di proseguire la cancelleria sospesa con forme che studieremo, e di lanciare nel periodo di Natale anche il giocattolo sospeso”.

I punti vendita aderenti (in aggiornamento)

Libreria A La Page – Via Porta Pretoria 14 – Aosta
Libreria Aubert – Via Edouard Aubert 46 - Aosta

Libreria Brivio – Piazza Chanoux 28- Aosta

Libreria Brivio – Corso Lancieri 2 - Aosta

Cartostile – Via Laurent Cerise 5 - Aosta

Gros Cidac – Via Paravera 4 – Aosta

Tabaccheria Veticoz - Piazza Assunzione - Morgex

Tabaccheria Chabod - Rue de la Liberté, 66 - Saint-Pierre

Libreria Buona Stampa - Via Roma, 4- Courmayeur

Cartolibreria Rigoli – Via Duca D’Aosta, 34 - Verrès

Ennegraphie – Via Roma, 60 – Saint-Vincent

Cartolibreria Rigoli – Via E. Chanoux, 77 – Pont-Saint-Martin

 

 

 

 


Notizia 28 di 1932