Siete in Home / ATTUALITÀ / InfoCELVA / Notizie in primo piano

Resoconto dell’Assemblea CPEL del 24 gennaio 2023

Categoria: Cpel, Data: 24 gennaio 2023

L’Assemblea CPEL si è riunita martedì 24 gennaio, per l’espressione dei cinque pareri all’ordine del giorno.  Tema centrale dell’Assemblea è stato il turismo, con l’esame di tre provvedimenti in materia.

È intervenuto l’Assessore regionale ai Beni culturali, Turismo, Sport e Commercio, Jean-Pierre Guichardaz, per la presentazione dei ddl regionali n. 91 e 92, relativi alla disciplina dell’imposta di soggiorno e della locazione per finalità turistiche. L’Assessore, oltre a illustrare i punti principali dei due disegni di legge e a sottolinearne la trasversalità, ha evidenziato il percorso di confronto e condivisione con tutti gli attori coinvolti, in particolare il CPEL, che ha portato alla stesura dei testi definitivi.

A seguito dell’illustrazione da parte dell’Assessore, l’Assemblea si è confrontata sui due disegni di legge, esprimendo un parere positivo unanime per entrambi. L’Assemblea ha condiviso l’importanza che l’iter dei disegni di legge prosegua, nelle more della soluzione dell’attuale crisi politica in Regione, in maniera che il Consiglio regionale possa arrivare in tempi brevi all’approvazione delle due norme.

In merito al ddl “Disciplina dell’imposta di soggiorno”, l’Assemblea ha ritenuto opportuno evidenziare, in vista della predisposizione della delibera attuativa, la richiesta di prevedere due scadenze annuali (anziché le tre attualmente ipotizzate) per il versamento al Comune dei proventi dell’imposta di soggiorno e per la presentazione delle dichiarazioni connesse da parte dei gestori delle strutture turistico-ricettive e dei locatori di alloggi ad uso turistico.

Il Responsabile politico per la tematica, Loredana Petey, ha affermato: “Gli interventi normativi presentati sono frutto di un percorso di condivisione tra la Regione e gli Enti locali, che si è intensificato negli ultimi mesi. Come CPEL abbiamo condiviso l’esigenza di introdurre una disciplina del fenomeno delle locazioni ad uso turistico, anche per una questione di presidio e di controllo, ai fini della sicurezza dei nostri territori e delle nostre comunità. In merito al ddl che disciplina l’imposta di soggiorno, riteniamo importante l’applicazione dell’imposta di soggiorno in tutti i Comuni della Valle d’Aosta e  anche agli alloggi ad uso turistico, in maniera tale da garantire uniformità su tutto il territorio regionale. Senza conoscere i dati non si possono attuare strategie di sviluppo turistico del territorio, questo vale sia per le località star sia per i Comuni con numeri più piccoli. L’approvazione delle due norme, oltre a consentire ai Comuni una miglior pianificazione strategica, darà a nostro avviso un importante impulso per un ulteriore incremento della qualità dell’offerta turistica dei nostri territori.”

L’Assemblea si è poi espressa sulla proposta di Piano Operativo Annuale per l’anno 2023 dell’Office Régional du Tourisme: il parere espresso è stato positivo, con la richiesta di individuare nel 28 febbraio di ogni anno la scadenza per la presentazione per il sostegno a manifestazioni organizzate da enti e associazioni locali. L’Assemblea ha inoltre accolto con favore la proposta relativa all’istituzione di un tavolo di lavoro tra Office e CELVA in merito all’organizzazione e alla gestione dei punti informativi sul territorio, in linea con le considerazioni già espresse dagli Enti Locali in precedenti occasioni.

Successivamente l’Assemblea si è espressa favorevolmente sulla proposta di deliberazione, illustrata dal Presidente Alex Micheletto, avente ad oggetto l’approvazione della ripartizione a favore dei Comuni valdostani delle risorse statali per la progettazione di piani per l’eliminazione delle barriere architettoniche e per il finanziamento di un progetto a sostegno della mobilità delle persone con disabilità.

L’Assemblea ha espresso parere positivo anche in merito alla proposta di deliberazione della Giunta regionale che approva i criteri per la definizione della programmazione regionale degli interventi di messa in sicurezza e di riqualificazione degli edifici scolastici realizzabili da Comuni, Unités des Communes e società tra enti locali attingendo ai fondi stanziati dal Ministero dell’Istruzione.


Notizia 3 di 2301