Siete in Home / ATTUALITÀ / InfoCELVA / Notizie dagli enti locali

QUART Resoconto del Consiglio comunale del 3 luglio

Categoria: Quart, Data: 6 luglio 2020

Il Consiglio comunale di Quart si è riunito venerdì 3 luglio 2020, e ha approvato i verbali della seduta precedente.

Sono seguite le comunicazioni di sindaco e assessori. Cristina Desandré ha informato che la consegna delle Pouette si svolgerà il 18 luglio, portandole a casa alle famiglie dei 30 bambini nati nel 2019, fra le ore 17:00 e le 19:00. In relazione al bonus alimentare, ha specificato che sono pervenute 80 domande: 39 già evase con i fondi regionali e, con la variazione di Bilancio comunale, potranno esserne soddisfatte altre 30. Sarà la Conferenza dei capigruppo a decidere se e come soddisfare le domande escluse.

L’assessore Zanardi ha segnalato che la Pro Loco, tornerà a organizzare Quart Formage, a cinque anni dall’ultima edizione. Il 14 agosto, presenterà una selezione dei migliori formaggi e vini della Valle d’Aosta. Il percorso di degustazione si svolgerà fra la zona umida, l’antico borgo di Villefranche e alcune altre zone significative.

Il sindaco Eugenio Acheron ha riferito che Quart è un comune Covid-free. In totale i positivi sono stati 30, 197 gli isolati, per 82 nuclei familiari. Ha ringraziato la popolazione, tutte le Associazioni che hanno collaborato nella gestione dell’emergenza e il personale comunale che ha garantito la costante erogazione dei servizi.

Ha aggiunto che, il 14 giugno, lungo il sentiero verso l’oratorio del Beato Emerico, si è verificato un fenomeno franoso. Il dissesto è stato segnalato alla Regione autonoma Valle d’Aosta e il geologo ha consigliato di mantenere la chiusura delle strade a valle, non giudicando il fenomeno esaurito. È stata avviata una procedura di somma urgenza per un intervento di disgaggio e di posa di reti. Si presume che l’intervento possa essere avviato prima di metà luglio e che possa concludersi in tempi brevi.

È stata data risposta all’interrogazione della consigliere Manuela Bergamasco sui centri estivi. Ha chiesto se fosse intenzione dell’Amministrazione dare risposta alle famiglie escluse (per carenza di posti o motivi confessionali) da quello organizzato dall’Oratorio. Il sindaco ha risposto che il Comune si è convenzionato anche con due altre iniziative (a Saint-Christophe ÉTÉ GAMIN 2020 – FASCIA 3-6 ANNI e Brissogne BIBOLO SUMMER – FASCIA DAI 9 MESI AI 12 ANNI, che potranno dare le risposte attese.

Sono state ratificate le due delibere di Giunta adottate in via d’urgenza per la gestione del bonus alimentare.

I lavori sono proseguiti con l’approvazione unanime di una variazione al Bilancio 2020/22 e al relativo Documento unico di programmazione. Il sindaco ha spiegato che il documento pareggia sulla cifra di 81.512,01 euro. 19mila euro sono necessari per integrare le spese relative ai tre centri estivi. È stata anche incrementata la dotazione per gli interventi di manutenzione e per l'erogazione di buoni alimentari.

Non sono pervenute osservazioni ed è stato approvato il Piano urbanistico di dettaglio della zona CA3 Josuè. Si realizzeranno così una serie di edifici, per un totale di venti unità abitative. Il consigliere Bruno Chaussod ha sollevato una serie di problemi. Innanzitutto ha eccepito non c’è la disponibilità dei terreni per l’unica via di accesso e di sviluppo. Ha aggiunto che il Pud prevede lo scarico delle acqua meteoriche in un canale di irrigazione, modalità vietata dalle norme tecniche di attuazione del Prgc. Manca inoltre l’autorizzazione del soggetto gestore. Nella convenzione non rileva se si tratti di un unico o di più permessi di costruire. È disattesa la nota alla tabella C3 delle norme tecniche di attuazione dove si indica che ci dovrà essere una limitazione alla distribuzione dei volumi per ridurre l’interferenza visiva con il castello.

Il sindaco ha chiarito che, come previsto dalla normativa vigente in materia urbanistica, il Responsabile dell'Ufficio Tecnico e la Commissione edilizia Comunale hanno espresso sul documento i necessari pareri e che, comunque, dovranno seguire le singole procedure autorizzative.

La minoranza ha annunciato la propria astensione per le carenze e le lacune evidenziate, rimarcando tuttavia che si tratta di un intervento di grande impatto urbanistico e demografico.

Si è proceduto con la declassificazione e sdemanializzazione di una porzione di strada vicinale della Chiesa, in località Villair. Il sindaco ha spiegato che è pervenuta una richiesta di permuta, alla quale non si può tuttavia dare seguito senza questo passaggio preliminare. L’approvazione è stata unanime.

È stata costituita una servitù di elettrodotto per lo spostamento della linea elettrica aerea a media tensione su terreni di proprietà comunale, in località Villefranche.

Infine è stata esaminata e approvata la convenzione per la gestione del percorso ciclo-pedonale dell’Unité des Communes valdôtaines du Mont-Émilius. La minoranza ha chiesto di stralciare la parte del testo relativa alle modifiche sulla struttura, ritenendola penalizzante rispetto alle prerogative del Comune. Conseguentemente ha espresso voto contrario.

 


Notizia 66 di 5212