Siete in Home / ATTUALITÀ / Sala stampa / Comunicati stampa

Interventi sulle strade poderali, Piano delle politiche del lavoro e concorsi pubblici al centro dell'Assemblea Cpel

Categoria: Enti locali, Data: 18 maggio 2021

L’Assemblea del Cpel si è aperta oggi con un confronto sul Piano delle politiche del lavoro della Regione autonoma Valle d’Aosta 2021/2023. Il documento è stato presentato ai rappresentanti degli enti locali dall’assessore allo sviluppo economico, formazione e lavoro, Luigi Bertschy. “Si tratta di un piano importante, di valenza triennale che è stato costruito con metodo partecipato insieme alle parti sociali, un approccio necessario per costruire una visione strategica nei prossimi anni. Per questo motivo – ha sottolineato l’Assessore – è importante che i Sindaci siano coinvolti nella strategia, viste le ricadute dirette che il Piano avrà su cittadini e imprese delle nostre comunità”.  Fra gli elementi di particolare interesse, presentati dalla coordinatrice del Dipartimento Politiche del lavoro e della formazione, Stefania Riccardi, vi sono le iniziative a favore dei giovani e delle donne, quali ad esempio, buoni formativi per studenti, azioni di orientamento, tirocini extracurricolari per minori, ma anche voucher di conciliazione e servizi di cura, iniziative a sostegno dei caregiver, lo Sportello conciliazione e la formazione dedicata all’empowerment delle lavoratrici.

I lavori sono proseguiti con la messa in votazione della relativa deliberazione della Giunta regionale. Il responsabile politico del tema e sindaco di Hône, Alex Micheletto, ha sottolineato la centralità dell’intervento. L’Assemblea ha quindi espresso un parere favorevole all’unanimità.

All’Assemblea del Consiglio permanente odierna ha preso parte anche Davide Sapinet, assessore regionale all’Agricoltura e Risorse naturali, che ha presentato l’elenco previsionale degli interventi, per il 2021 e il triennio 2021/2023, da affidare a soggetti esterni all’Amministrazione regionale relativamente alla cura e alla ricostituzione di aree forestali, alla realizzazione e manutenzione di viabilità forestale ed agli interventi di manutenzione e ripristino della viabilità minore, ai sensi della legge regionale n. 3/2010. Il tema era infatti oggetto di uno dei pareri all’ordine del giorno del Consiglio permanente. L’Assessore Sapinet ha affermato che “si vogliono dare delle risposte alle esigenze di Comuni e Consorzi, in particolar modo sottolineando l’importanza delle piste antincendio boschivo per il recupero dei nostri boschi. È in atto un lavoro con il Consiglio di amministrazione del Celva e i diversi Assessorati regionali per approfondire il tema della responsabilità delle strade poderali, intesa come la sfida dei prossimi mesi”.

Per il presidente del Cpel, Franco Manes, “è fondamentale il concetto del cantiere forestale sul territorio. In questo periodo è importantissimo avere strutturato un piano di interventi per la gestione territoriale, senza portare via le limitate risorse che hanno i Comuni per la manutenzione ordinaria”. Ha poi aggiunto: “Come ANCI regionale abbiamo per ben tre volte il tema portato il tema all’attenzione degli Stati generali della montagna, organizzati dal Governo. Il vero problema è che in Italia manca una legge dedicata alla montagna, noi l’abbiamo sollecitato in tutte le maniere; ora, per fare un passo avanti è chiaro che ci debba essere una sinergia fra Regioni, non solo sul piano normativo e tecnico, Non si può andare avanti così. La materia è complessa, ci stiamo lavorando, ma i tempi non saranno brevi. L’urgenza è sicuramente quella di aiutare i consorzi, ma i tempi non saranno brevi”.

Presentando le risultanze del lavoro preparatorio all’espressione del parere, sul tema ha preso posizione anche Wanda Chapellu, sindaca di Verrayes e responsabile politica del tema. “Questa è una delibera che guarda alla programmazione futura, dove le somme impegnate fanno capo interamente alla finanza locale. In particolare, in Consulta è emersa la questione relativa l’aumento della parte relativa all’incendio boschivo. In passato erano disponibili anche importanti risorse statali, ora non più garantite, che sarebbe però importante prevedere di nuovo.” Al termine della discussione, il Cpel ha espresso all’unanimità un parere favorevole in merito alla relativa delibera regionale.

Loredana Petey, sindaca di Aymavilles e responsabile politica della Consulta “Sviluppo economico e sanità pubblica” ha presentato il parere sulla proposta di deliberazione della Giunta regionale “Esame di deliberazione concernente: modifica per l’anno 2021 del piano triennale 2019/2021 delle modalità di reclutamento attraverso l’avvio di procedure concorsuali e selettive uniche, approvato con DGR 1161/2019 e integrato con DGR 1354/2019. È stato espresso un unanime parere favorevole. “In ben due occasioni – ha evidenziato Loredana Petey, commentando la proposta di provvedimento – la nostra Assemblea ha chiesto alla Regione che fosse data la possibilità al Celva e alle Unités di fare dei concorsi, non solo per il 2021. Ormai siamo a giugno: sicuramente rinnoveremo questa richiesta, per dare delle risposte adeguate ai fabbisogni di personale di tutti gli enti locali”.

L’Assemblea ha infine votato all’unanimità il disegno di legge regionale n. 23 “Disposizioni straordinarie in materia di elezioni comunali per l’anno 2021”.


Notizia 2 di 595